Chi sono

 

Ginger Imo alias Silvia Polizzi

Sono nata a Caltanissetta lo stesso anno in cui Ronald Regan veniva confermato nel suo secondo mandato presidenziale, Milan Kundera pubblicava il suo celebre romanzo “L’insostenibile leggerezza dell’essere” e il paese di  Lentini veniva sconvolto dalla catastrofe della caduta di un aereo militare partito dalla base americana di Sigonella.

L’evento,  se non è  destinato a passare alla storia, resterà almeno iscritto nei registri comunali dell’anagrafe, suscitando nel grande pubblico lo stesso interesse e l’impatto che le monotone vicende raccontate  nel romanzo “Tutti i nomi” di  Saramago , hanno avuto nella storia della letteratura mondiale.

Nessuno.

Golosa sin dalla nascita, ho accumulato negli anni kg di esperienza gastronomica che ho cercato, invano, di contrastare  con la  disciplina sportiva. Scarpette ai piedi, con uno stile sgangherato e  passo elegante modello “partoriente in entrata sala operatoria”, ho da qualche anno l’abitudine di iniziare le mie giornate correndo, sognando e immaginando i piatti che assaggerò durante la giornata. Tra i fanta-obiettivi podistici ho sbarrato la casella “maratona una volta nella vita”,che,  non si sa mai, sarà uno degli obiettivi che più per ostinazione che per convinzione riuscirò a raggiungere. 

Giurista per formazione, curiosa per indole e sensibile per empatica condanna, trascorro le mie giornate in bilico tra un lavoro co.co.coooomplicato e avventurose trasferte nei regni del buonGusto, alla scoperta dei templi dell’alimentazione consapevole, dei prodotti siciliani e dei loro “faber”.

Ho una passione indomita per Verdi e la Traviata, per Maria Callas e Tosca; l’arte, il giardinaggio, la letteratura, la Sicilia in tutte le sue manifestazioni e rappresentazioni, il blu del mare e la musica di Joe Barbieri ed Esperanza Spalding .

Ho curato due edizioni della guida di Ristoranti  “Sicilia da Gustare” di Carmelo Pagano come redattrice ai testi  e scritto dei pezzi sul relativo giornale online. Ad oggi  continuo la collaborazione al progetto “Sicilia da Gustare” che mi ha fatto scoprire persone incredibili e mostrato il volto bello e sano della Sicilia imprenditoriale .

Qui scriverò le mie recensioni ai ristoranti, traccerò itinerari di gusto e percorsi alla scoperta delle città siciliane.

La sezione che mi sta più a cuore è “Tesori Nascosti”, dedicata ai volti poco noti di quest’isola, nella quale desidero raccontare storie di personaggi dallo straordinario talento ancora inspiegabilmente in ombra , cui voglio prestarmi da Eco ammirata e forse un po’ bislacca.

I testi e le fotografie sono di Silvia Polizzi

Ogni riproduzione parziale o totale di testi e/o  foto dovrà essere autorizzata  per iscritto da me.

Per info e collaborazioni scrivere a silviapolizzil@gmail.com